informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "FinalmenteNatale", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

Categoria: MITI E STORIE DEL NATALE
Visite: 9043
Stampa
calendario avvento 

 

In moltissimi paesi ove si festeggia il Natale, si usa regalare ai bambini il calendario dell'Avvento, per attendere il Natale giorno per giorno. Generalmente, il calendario è realizzato in cartoncino, o in stoffa; dietro le 24 finestrelle, una per ogni giorno del periodo d'Avvento, si nasconde un dolcetto, una caramella, una figuretta in cioccolato.

La Vigilia di Natale viene aperta l'ultima finestrella. In Germania si usa anche un calendario formato da una ghirlanda di rami d'abete, con 24 scatolette appese. Sono tutte avvolte in allegra carta colorata, e in ognuna è nascosta una sorpresa.

I bambini ne aprono una al giorno, seguendo le date scritte sopra. Diversa, ma con lo stesso significato, è la corona dell'Avvento, diffusa anche in Italia. La corona è formata da rami d'abete intrecciati insieme a nastri rossi; essa regge quattro grandi candele rosse, talora infilate in una ciotolina di rame. Ogni domenica d'Avvento se ne accende una, per indicare la Luce crescente finché, il giorno della nascita di Gesù, le quattro candele brilleranno tutte insieme. 

 

 

Il primo calendario dell'avvento fu stampato a Monaco di Baviera nel 1908, il suo ideatore fu Gerhard Lang il quale decise di continuare l'idea di sua mamma che di anno in anno preparava per Natale calendari colorati per tutti i suoi figli in quanto la famiglia era molto numerosa e povera. Negli anni '20 il calendario si arricchì di piccole tavolette di cioccolato inserite sotto le finestrelle numerate da 1 a 24. Per segnare il tempo in allegria in attesa del Natale!

I calendari dell'avvento durano dal 1° al 25 dicembre e aiutano i bambini a tenere il conto di quanti giorni mancano al Natale. Ogni giorno ci sono immagini, filastrocche, favole o proverbi sul Natale.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici:


Articoli correlati: